Tutti nell?ort

E’ in partenza il corso-laboratorio annuale “Tutti nell’Orto”.

Dal 20 febbraio al 19 novembre 2016, una ventina di persone avranno la possibilità di seguire un corso di orticoltura: lezioni teoriche e realizzazione pratica di un orto naturale vero e proprio.

Nel corso teorico saranno messe a confronto le principali tecniche agricole no-till ovvero che non sfruttano il suolo e rispettano gli animali e l’ambiente circostante; si tratta dell’agricoltura biologica, biodinamica, sinergica e selvatica. Sul campo: si imparerà a lavorare il terreno senza danneggiarlo, si semineranno e trapianteranno gli ortaggi e i fiori più idonei, si impiegheranno le consociazioni e le rotazioni, si utilizzerà la pacciamatura e si realizzeranno macerati per proteggere le piante in crescita.

Chi può partecipare?

Possono partecipare tutti coloro che abbiano la passione per l’orto e amano stare a contatto con la natura ma che non abbiano necessariamente il pollice verde o conoscenze specifiche. Tutto quello che serve lo si impara facendo e sperimentando, basta un po’ di curiosità. I partecipanti al corso formeranno un gruppo e, insieme, decideranno come realizzare l’orto, quali ortaggi seminare e come gestirne la crescita, dividendosi i compiti e aiutandosi nelle fasi più impegnative e, soprattutto, condividendo i frutti alla fine del lavoro! Tutti gli incontri saranno supervisionati da un tecnico.

Dove si svolge?

L’inaugurazione del corso, che si terrà sabato mattina 20 febbraio, e la giornata conclusiva, sabato 19 novembre, si terranno nella nuovissima sede del MUSA, il Museo Salterio (Mi), località Moirago. Il Museo, inaugurato nel maggio scorso, è un luogo che coniuga l’esperienza sul gusto e quella nel paesaggio. Propone attività di sperimentazione e di ricerca, percorsi di educazione e formazione, nell’ambito della nutrizione e del territorio agricolo. Comprende un orto botanico, una biblioteca tematica, un laboratorio/cucina, uno spazio mostre e una sala multimediale.

L’orto si realizzerà nel contesto della Cascina Sant’Alberto. Un’Azienda Agricola cerealicola molto attenta alla conservazione della natura e delle sue risorse. Dal 2003, infatti, ha iniziato un percorso di rinaturazione e riforestazione dell’area; ad oggi si contano 7000 alberi piantumati su 12 ettari di terreno agricolo. Inoltre, è stato abolito l’utilizzo di qualsiasi prodotto chimico e, dal 2005, anche la caccia; per questo è diventata un’oasi faunistica provinciale ricca di biodiversità.

Chi lo promuove?

Il corso-laboratorio è promosso da Orto in Fiore, in cooperazione con MUSA, con l’avvallo della Società Agricola Cascina Sant’Alberto e dell’Associazione Internazionale Brave Seeds, i Semi Coraggiosi. L’Associazione, senza scopo di lucro, ha come finalità la diffusione dell’agricoltura selvatica, una pratica di coltivazione dei suoli caratterizzata dal rispetto della biodiversità e dal minimo impatto delle attività umane manipolative.

Chi lo conduce?

Chiara Colombini. Se ancora non mi conoscete, vi invito a guardare la sezione “Chi sono“.

Quanto costa?

L’intero modulo, che prevede 19 incontri tra parte teorica e parte pratica, a cadenza quindicinale da febbraio a novembre, costa 180,00 euro a persona (con un minimo di 15 partecipanti).

Il calendario

20 febbraio 11 – 25 giugno 8 – 22 ottobre
5 – 19 marzo 9 – 23 luglio 5 – 19 novembre
2 – 16 – 30 aprile 27 agosto
14 – 28 maggio 10 – 24 settembre

Gli incontri si terranno il sabato mattina indicativamente dalle 9.30 alle 12.30. Le date e gli orari potranno subire delle modifiche in base all’andamento stagionale.

Come ci si iscrive?

Per richiedere informazioni dettagliate sul corso ed effettuare l’iscrizione (entro venerdì 12 febbraio) potete scrivermi una mail a chiara@ortoinfiore.it o telefonare al 333.17.87.510.