Siamo arrivati all’ultima tappa di questo viaggio.
Il gruppo di “Tutti nell’orto” 2020 è giunto a conclusione del suo percorso.
Ogni corsista ha ricevuto il suo attestato come riconoscimento di tutte le fatiche, le gioie e gli insegnamenti appresi nell’orto.
Come mi ha fatto notare un mio corsista, l’orticoltura e la Natura sono “materie” sconfinate.
Ogni anno, ad ogni nuova esperienza si apprende sempre qualcosa di nuovo. Per questo alcuni ortisti sono felici di ripetere l’esperienza.
Il fil rouge che li ha uniti nei sei mesi di corso è stata la loro passione.

Nona Tappa, nono Valore:
PARTECIPAZIONE…CON PASSIONE

Partecipazione attiva

Una passione green che li ha portati a scegliere questo corso per stare all’aria aperta, per mettere le mani nella terra, per staccare dallo stress lavorativo e, ovviamente, per imparare a coltivare ortaggi con metodi naturali.
La magia che si crea in questo corso è proprio dovuta alla partecipazione attiva di tutti i corsisti.
Hanno formazioni differenti, svolgono lavori diversissimi, possono sentirsi pollici neri, verdi o variopinti ma si mettono in gioco per sperimentare le attività in campo e in serra.

Tutti nell’orto

“Tutti nell’orto” imparano a lavorare la terra utilizzando gli attrezzi giusti e nel modo corretto, nel rispetto del terreno e del proprio corpo.
“Tutti nell’orto” progettano le aiuole scegliendo quali ortaggi e fiori coltivare, nel rispetto dei principi dell’orto sinergico.
“Tutti nell’orto” allestiscono i semenzai, in serra e all’aperto, seguono la nascita dei nuovi germogli e accudiscono le nuove piantine fino a quando sono pronte per il trapianto in campo, nel rispetto dei tempi di semina e di sviluppo di ogni essenza.
“Tutti nell’orto” mettono a dimora in pieno campo le piantine coltivate in serra, nel rispetto degli spazi di cui hanno bisogno per crescere vigorose.
“Tutti nell’orto” ricoprono le aiuole con materiale naturale per proteggere il terreno, nel rispetto della vita sotterranea, garanzia di fertilità.
“Tutti nell’orto” preparano le pozioni magiche (i fitopreparati) utilizzando le erbe spontanee per rinforzare gli ortaggi e tenere lontani animali indesiderati, nel rispetto degli equilibri ecologici e dell’ambiente che ci ospita.
“Tutti nell’orto” creano il cumulo di compost e lo alimentano con i materiali di scarto che ci regalano l’orto, il giardino e le nostre cucine, nel rispetto del ciclo di trasformazione delle sostanze organiche.
“Tutti nell’orto” nutrono le piante dell’orto e le osservano a crescere, fiorire, produrre i frutti che saranno raccolti nel rispetto della vita e di chi ci nutre.

“Tutti nell’orto” si aiutano a vicenda. Chi è più esperto dà supporto a chi è alle prime esperienze. Chi si sente più portato per alcuni lavori aiuta chi si trova in difficoltà.
Nasce e cresce una fortissima sinergia tra le persone che partecipano al corso.
Una collaborazione che spesso si trasforma in amicizia e che continua anche fuori dall’orto.

Grazie

Ringrazio il tenace gruppo del 2020 che ha condiviso questa esperienza nell’anno più avverso di questo secolo, ma che ha saputo rispondere con forza coltivando in casa, sul balcone e, appena possibile, in campo.
Grazie a: Silvia, Giusy, Alina, Enrico, Silvia, Grazia, Giada, Angela, Isabelle, Giuliana, Stefano, Paola, Mara, Elisabetta, Pamela, Michele, Laura, Alessandro, Francesca, Daniele, Roberta, Mauricio, Sveva, Marilisa, Mattia e Flavia.

Non mi resta che augurare buona partecipazione a tutti.
A chi ha già sperimentato le attività di Orto in Fiore, a chi le sta sperimentando e a chi vorrà farlo presto…“Tutti nell’orto”!