come-lavoro_orto-sul-balcone-1024x768

A maggio comincia l’Expo e volevo interpretare il tema “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita” nel modo che più mi si confà, in modo naturale.

Far conoscere le piante che crescono spontaneamente nella nostra zona, affiancarle a quelle orticole e portarle nelle case di ciascuno di noi è l’obiettivo che mi sono data.
Per questo, dal mese di marzo, sono ospite dell’Oasi Smeraldino a Rozzano (a sud di Milano) dove terrò due giornate introduttive sui temi dell’orticoltura biologica familiare:

Domenica 15 Marzo 2015 (dalle 14.00 alle 17.30) – Orto-bio sul balcone
Domenica 29 Marzo 2015 (dalle 10.00 alle 17.30) – Orto-bio in piena terra

Nel primo incontro parleremo di come coltivare gli ortaggi più adatti ai contenitori e di come associarli in modo armonioso con i fiori e le piante spontanee. Catia Acquaviva, direttrice dell’Oasi, racconterà poi come ricreare un angolo fiorito per le farfalle. A conclusione dell’incontro ci sarà la visita guidata dell’Oasi e verranno offerti tisane e torte vegane. Il costo della mezza giornata è ad offerta libera a partire da 9,00 euro.

Il secondo incontro durerà l’intera giornata con pranzo al sacco portato da ciascun partecipante. Il corso introduce i principi base dell’agricoltura biologica, impareremo a coltivare e gestire l’orto senza l’impiego di prodotti chimici, utilizzando concimi e prodotti naturali per rafforzare le piante e contenere i parassiti. Durante la pausa pranzo ci sarà il consueto giro nell’Oasi. Il costo dell’intera giornata è ad offerta libera a partire da 18,00 euro.

Per prenotare è necessario telefonare, entro il venerdì precedente alla data del corso, alla segreteria dell’Oasi al numero: +39.338.871.35.34

Per ulteriori informazioni sui corsi proposti e in programma visitate la sezione Corsi e Laboratori didattici.

Sul sito www.apenatura.it trovate tutte le informazioni sull’Oasi dello Smeraldino, Punto Parco del Parco Agricolo Sud di Milano, nel Comune di Rozzano, gestito dall’Associazione A.P.E. E’ un’area naturale di oltre 22 ettari e rappresenta un prezioso ambiente selvatico con numerose specie vegetali e animali di pregio, come il Rospo Smeraldino, da cui l’Oasi prende il nome.